Carissimi amici,
come avrete saputo, Papa Francesco si recherà in viaggio apostolico in Turchia da venerdì 28 a domenica 30 novembre prossimi.
Desideriamo invitare tutti ad essere particolarmente vicini al Papa in questo importante e delicato viaggio, e perciò vi segnaliamo il programma, tratto da un articolo di Avvenire che lo commenta, ed una preghiera composta dalla comunità della chiesa di Sant'Antonio a Istanbul - affidata alla cura pastorale dei Francescani Conventuali - per invocare la protezione celeste sul viaggio papale. La preghiera è arricchita da un'immagine che ritrae il Papa insieme a Bartolomeo I, patriarca ecumenico di Costantinopoli, tratta proprio dal biglietto che i Francescani hanno prodotto in preparazione alla visita del Papa.
In comunione di Spirito,
Finestra per il Medio Oriente
 
 
Dal sito: www.avvenire.it

Santa Sede
Il Papa in Turchia,
ecco il programma
21 ottobre 2014
 
Storico viaggio di Papa Francesco in Turchia, e in particolare ad Ankara e Istanbul, dal 28 al 30 novembre. Il programma è stato reso noto oggi. Il Pontefice, ha detto il portavoce della Santa Sede padre Federico Lombardi, ha accolto "l'invito del presidente della Repubblica, di Bartolomeo I e del presidente della Conferenza episcopale". Papa Francesco prenderà parte alla festa di Sant'Andrea, Patrono della Chiesa di Costantinopoli. È tradizione che una delegazione vaticana prenda parte alle celebrazioni del Patriarcato, così come una rappresentazione ortodossa ogni anno è presente a Roma nel giorno della solennità dei Santi Pietro e Paolo.
L'idea del viaggio del Papa in Turchia "era quella, oltre all'incontro con il Patriarca ecumenico in occasione della festa di Sant'Andrea di un incontro con la comunità cattolica e uno con le autorità". Lo ha detto il Segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin.
Il programma prevede tra l'altro la visita al Museo di Santa Sofia e alla Moschea Sultan Ahmet e un incontro privato con Bartolomeo. 

Il Programma:

Venerdi 28 novembre
ore 9:00 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Roma Fiumicino 
13:00 Arrivo all’Aeroporto Esemboğa di Ankara - Accoglienza ufficiale -Visita al Mausoleo di Atatürk
Palazzo Presidenziale - cerimonia di benvenuto - visita di cortesia al presidente della Repubblica - Incontro con autorità -Discorso del Santo Padre  

Udienza con il primo ministro
Visita al presidente degli Affari religiosi al Diyanet 

Sabato 29 novembre 
ore 9:30 Partenza in aereo dall’Aeroporto Esemboğa di Ankara 
10:30 Arrivo all’Aeroporto Internazionale Atatürk di Istanbul 
Visita al Mausoleo di Santa Sofia 
Visita alla Moschea Sultan Ahmet 
Santa Messa nella Cattedrale Cattolica dello Spirito Santo -Omelia del Santo Padre
Preghiera ecumenica nella Chiesa Patriarcale di San Giorgio 
Incontro privato con S.S. Bartolomeo I nel Palazzo Patriarcale 
 
Domenica 30 novembre 
Santa Messa in privato nella Delegazione Apostolica 

Divina liturgia nella Chiesa Patriarcale di San Giorgio Benedizione ecumenica e Firma della Dichiarazione congiunta Pranzo del Santo Padre con SS. Bartolomeo I al Patriarcato Ecumenico - Discorso del Santo Padre

16:45 CONGEDO all’Aeroporto Atatürk di Istanbul 
17:00 Partenza in aereo dall’Aeroporto Internazionale Atatürk di Istanbul 
18:40 Arrivo all’Aeroporto di Roma Ciampino 

(Fuso orario Roma: +1 UTC - Ankara: +2 UTC - Istanbul: +2 UTC)
 



 

Preghiera per il Pontefice

Padre celeste, Tu sei sempre compassionevole e amorevole. Noi oggi benediciamo il Tuo nome glorioso e santo (Dn 3:52), e Ti rendiamo grazie per Papa Francesco, che ha in programma di visitare la Turchia. Preghiamo che Tu rimanga con lui, lo santifichi e lo protegga. Stendi il manto della Tua benevolenza sui suoi preparativi e su ogni tappa del suo pellegrinaggio, in modo che possiamo vedere in lui un pellegrino credente, un maestro saggio e una umile guida.

            Signore Gesù Cristo, Tu hai chiamato Pietro e Andrea suo fratello, mentre camminavi lungo il mare di Galilea (Mt 4,18); li hai fatti pescatori di uomini (Lc 5,10), e attraverso il loro ministero hai portato molte nazioni alla luce del Vangelo. Rendi l'incontro del Santo Padre con il Patriarca Ecumenico un chiaro segno della tua presenza in mezzo a noi, che elimina la paura, chiede la conversione e porta frutti meravigliosi.

            Santo Signore, come Tu hai pregato per l'unità della Tua Chiesa "che tutti siano uno" (Gv 17,21), fa' che il loro incontro sia un passo decisivo verso il raggiungimento dell'unità visibile dei Tuoi figli. Fa' che quest'incontro renda più profonda in noi la consapevolezza della nostra identità cristiana; unisci noi tutti nel Tuo vero discepolato, perché possiamo essere Tuoi testimoni nelle nostre comunità e nella nostra società.

            Fa' che l'incontro del Papa con le Autorità politiche porti frutti di giustizia e di pace. Proteggi gli abitanti di questa terra dalla violenza, dall'odio e da ogni sorta di male. Da' saggezza a tutti i governanti affinché possiamo vivere in armonia e in dialogo e possiamo cooperare pienamente per il bene comune, soprattutto servendo i malati, i poveri e i molti profughi che ora cercano rifugio in questa terra.

            Perciò, Padre, Ti preghiamo affinché Tu benedica questa prossima visita del Papa nel nostro Paese, per intercessione della Beata Vergine Maria, San Giuseppe e i Beati Apostoli Pietro e Andrea. Amen.
Carissimi,
al teatro Argentina di Roma il prossimo 23 settembre ci sarà uno spettacolo dei Dervisci di Konya (di seguito trovate tutte le indicazioni). Può essere una bella occasione per affacciarsi alla conoscenza della sapienza musulmana e riscoprire l'importanza di un dialogo fraterno e di pace.
Un caro saluto
Finestra per il Medio Oriente
 

INVITO ALL’AMATO

23 settembre 2014

 

DIALOGHI E DANZE CON I DERVISCI DI KONYA

Teatro Argentina

orario spettacolo
ore 21.00

biglietti
10,00 €

CONCERTO E DANZA RITUALE

L’eredità spirituale e sapienziale del maestro sufi Rumi, ritrasmessa senza interruzioni fino al suo ventiduesimo discendente diretto, vive ancora nei dervisci di Konya. L’UNESCO ha riconosciuto tale eredità, custodita dalla International Mevlana Foundation, quale “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’Umanità”. Un gruppo di venti artisti tra musicisti e danzatori propongono la loro cerimonia danzante al pubblico di Roma. Autorità civili e religiose della città introdurranno la serata con messaggi di pace e di impegno istituzionale. Si tratta di un’occasione per aprirsi al dialogo con il mondo musulmano e con quella saggezza che oltrepassa i confini dello spazio e del tempo. La finalità dell’incontro è di riportare l’attenzione sull’Amore di Dio e sull’amore per il prossimo tramite l’arte e la musica. In questi tempi di tragiche violenze e persecuzioni è infatti necessario preservare l’autenticità e l’importanza della vocazione spirituale, del dialogo fraterno e della pace interiore nelle tre religioni che si rifanno al monoteismo di Abramo.

068839